Powered by Amee

LISBONA di Paolo Galgani

Foto 1 di 24

Praca do Comercio con l'albero di natale illuminato

Capodanno a Lisbona

3° GIORNO 01/01/2007
Ore 7,00 sveglia e solita colazione. Il tempo è strano, c'è nebbia stile val padana ed è tutto bagnato, ma fa un caldo da morire.
Oggi decidiamo di dedicarci al centro e allora ci dirigiamo verso l'elevador di St. justa, saliamo, da sopra si gode un panorama formidabile verso la Baixa, che stà proprio sotto di noi, e verso le altre colline del centro storico. Raggiungiamo Largo do Carmo passando accanto ai ruderi del convento medievale, ammiriamo il palazzo presidenziale e poi ci incamminiamo verso il barrio alto passando da Rua nova de trinidade. Raggiungiamo così il miradouro di Sao pedro de alcantara: da qui si gode una vista meravigliosa anche se oggi è in parte offuscata dalla nebbia. Attraversiamo i vicoli tipici del barrio alto (sembra di stare nei quartieri spagnoli a Napoli) e arriviamo a Piazza Luis De Camoes.
Da qui decidiamo di prendere il mitico tram 28 per visitare l'altro quartiere tipico di Lisbona, l'Alfama.
Scendiamo proprio di fronte al Miradouro di Santa Luzia, ma il panorama verso al città è completamente ostruito dalla nebbia che qui non si è ancora sollevata abbastanza.
Prendiamo allora la strada per il Castelo di S. Jorge attraversando stradine e piazzette veramente caratteristiche: Rua di espirito santo, Rua de santa cruz do castelo, Rua das colinas, Rua das flores de santa cruz sono solo alcune di cui ricordo il nome con le loro casette colorate, i panni stesi, gli anziani a giocare a carte sull'uscio della porta.
Arriviamo al castello visitiamo le mura di cinta da cui si gode un bellissimo panorama. E' pieno di turisti (italiani) ci facciamo una bella passeggiata tra i ruderi e ci godiamo un sole meraviglioso. La mattinata scorre tranquilla, ma ad un certo punto decidiamo di scendere a piedi verso al baixa. Durante il tragitto visitiamo la cattedrale medioevale di Lisbona, piuttosto goffa e brutta, mentre vicino c'è la bellissima chiesa di Sant'Antonio da Padova che visitiamo per la felicità di mia moglie.

Il primo giorno dell'anno, con Lisbona piena di turisti, è praticamente tutto chiuso. Non potendo tornare al ristorante della prima sera optiamo per un locale vicino: il ristorante ''A portas'' in Rua de Correiros. Devo dire che anche in questo caso ci siamo trovati molto bene: seppie alla griglia , patate e birra per me , carne arrosto con contorno per mia moglie 18 euro in totale.
Avendo praticamente visitato le cose più importanti (a dire il vero ci sarebbe piaciuto fare un escursione a Cascais, Sintra, Cabo da roca etc., ma 4 giorni sono troppo pochi per andare anche nei dintorni di Lisbona) decidiamo di fare un escursione molto rilassata per veder il moderno Faro progettato dall'Arch. portoghese G. Sousa Byrne alla foce del Tejo. Prendiamo di nuovo il tram n. 15, oltrepassiamo il quartiere di Belem dove eravamo stati il giorno prima, e scendiamo alla fermata di Alges. Ci aspetta comunque una bella scarpinata fino alla foce del fiume. Durante la passeggiata ci accorgiamo di essere gli unici turisti in questa zona sicuramente poco frequentata di Lisbona, ma comunque molto caratteristica con una bellissima spiaggetta in cui, a causa della giornata festiva e del clima quasi estivo, molti locali stavano prendendo il sole. Purtroppo una volta arrivati ci accorgiamo che il faro si trova ad almeno un altro km di strada e allora non ci resta che ammirarlo da lontano durante il tramonto del sole sull'oceano (che romantici!!) per poi girare i tacchi e prendere la strada del ritorno. Ritorniamo, allora, in centro città.
Non avendo molta scelta la sera ritorniamo allo stesso ristorante del pranzo (rapporto prezzo-qualità ottimo). Salmone e patate per me (e una superbock naturalmente) carne al forno e contorno per mia moglie . Di nuovo 18 euro in totale,
Al termine della cena, stanchi e satolli, facciamo ritorno all'albergo il giorno successivo si riparte (sigh!)

pagina  1 | 2 | 3 | 4 | 5 |         >> pag. seguente
 
 
 
ARCHITETTURA&VIAGGI è una realizzazione di Sonia Piazzini e Francesco Pinzani. Tutti i contenuti quali logo, impostazione grafica, testi e fotografie sono di proprietà esclusiva degli autori del sito. Pertanto ARCHITETTURA&VIAGGI ed i suoi contenuti NON sono utilizzabili liberamente per scopi commerciali in quanto protetti dalle leggi italiane e internazionali sul diritto di autore.